PURIFICATORI D’ARIA PER UFFICIO: ECCO COME SCEGLIERE

Nella configurazione degli uffici si presta sempre più attenzione alla tipologia di illuminazione, all’ergonomia delle postazioni di lavoro e al comfort acustico.

Nonostante questa crescente consapevolezza sul benessere degli ambienti lavorativi, si tende a dimenticare che la qualità dell’aria ha un impatto diretto sulla nostra salute e sul nostro benessere. Polveri, pollini, batteri, virus e inquinanti chimici possono accumularsi negli spazi chiusi, determinando problemi di salute e altre conseguenze.

I benefici dei purificatori d’aria per interni

Un ambiente salubre comporta molti vantaggi, a partire dalla riduzione di trasmissione dei virus e dal miglioramento del benessere respiratorio.

Dotarsi di un purificatore d’aria adeguato consente di:

  • Prevenire la cosiddetta sindrome dell’edificio malato (SBS) che può tradursi in disturbi quali bruciore agli occhi, lacrimazione, irritazione alle vie respiratorie, stanchezza e difficoltà di concentrazione.
  • Diminuire l’incidenza di malattie contagiose che si possono diffondere facilmente fra la forza lavoro in assenza di un’adeguata ventilazione.
  • Ridurre la presenza di allergeni e composti organici volatili (COV), una vasta categoria di sostanze chimiche che possono facilmente vaporizzarsi ed entrare nell’atmosfera a temperatura ambiente. I COV sono presenti in molti prodotti di uso quotidiano, come i prodotti per la pulizia e per l’igiene personale.
  • Ridurre l’incidenza delle muffe – che si diffondono negli ambienti con insufficiente ricambio d’aria – e degli odori.

Come abbiamo visto, qualsiasi ambiente chiuso può trarre beneficio dalla presenza di un purificatore d’aria; a maggior ragione questi strumenti sono fondamentali nei luoghi di lavoro, dove la condivisione degli spazi rende più facile la circolazione di virus, batteri e sostanze in grado di nuocere alla salute.

Come orientarsi fra i modelli di purificatori d’aria

Quando si tratta di scegliere un purificatore d’aria per l’ufficio, ci sono diverse caratteristiche da considerare.

La capacità del filtro è cruciale: i filtri HEPA (High Efficiency Particulate Air) sono in grado di catturare particelle molto piccole, inclusi pollini, batteri e alcuni virus. I sistemi migliori prevedono diversi stadi di filtraggio e arrivano a bloccare oltre il 99% delle particelle.

È importante anche valutare il volume d’aria che il purificatore può filtrare in un’ora (CADR – Clean Air Delivery Rate), per garantire che l’unità sia in grado di gestire il volume dello spazio ufficio.

I migliori purificatori d’aria sono in grado non solo di gestire ampi spazi, ma di purificare l’aria di una stanza fino a 5 volte all’ora, rimuovendo più velocemente i contaminanti dannosi.

I modelli più avanzati sono inoltre dotati di sensori autoregolanti che permettono di modulare l’attività di purificazione in base al numero di occupanti della stanza e alla quantità di fattori contaminanti presente.

Altre caratteristiche importanti includono il livello di rumore, la facilità d’uso, la manutenzione richiesta e le eventuali funzionalità aggiuntive, come la capacità di catturare odori o gas nocivi.

Non esiste il modello di purificatore d’aria migliore in assoluto, ma quello più capace di rispondere alle nostre esigenze.

La scelta giusta? Quella più adatta alle nostre esigenze

Non esiste il modello di purificatore d’aria migliore in assoluto, ma quello più capace di rispondere ad esigenze puntuali.

Per esempio è importante valutare se, per l’organizzazione dello spazio di lavoro, siano più adatti purificatori fissi oppure mobili: questi ultimi consentono la massima versatilità e al tempo stesso garantiscono performance eccellenti.

Un purificatore d’aria con maniglia e piedistallo a terra può essere l’ideale in ambienti come sale riunioni, sale d’attesa, spogliatoi e spazi comuni il cui utilizzo non è continuativo.

Diverso il caso degli uffici open space: in questi ambienti ampi e condivisi da più persone la soluzione migliore è senza dubbio un prodotto a muro che garantisca la purificazione costante degli ambienti.

Infine, occorre considerare l’affidabilità dei produttori e scegliere attentamente in un panorama dove la scelta è sempre più ampia. Quando si parla di salute e benessere, è meglio orientarsi su alternative capaci di offrire più garanzie, dandoci così la serenità di aver investito bene il nostro budget.

Consulta la sezione Purificazione aria del nostro sito per scoprire tutta la gamma a disposizione oppure contattaci subito per maggiori informazioni.

Contattaci per richiedere informazioni