Progettazione del comfort acustico per uffici open space

L’open space è un luogo di lavoro dinamico. Scambio di idee e informazioni, brain storming e confronto: suoni e voci si sovrappongono e rimbombano nell’ambiente. Per evitare che lo spazio diventi caotico e la comunicazione confusa, è bene progettare il comfort acustico con consapevolezza e professionalità.

Comfort acustico uffici open space

L’analisi e la valutazione dei criteri di comfort acustico è imprescindibile per definire gli elementi e il layout architettonico che permettono di ottenere un’acustica ottimale dell’open space. La posizione delle postazioni, l’altezza del controsoffitto, la scelta dei pavimenti e delle coperture murarie devono essere pensate in modo da tutelare la privacy durante le conversazioni, attenuare l’effetto Lombard  (la tendenza involontaria dei parlanti ad aumentare l’intensità della loro voce in presenza di un rumore) e il riverbero sonoro. 

Acustica uffici open space: i materiali

Il materiale per isolamento acustico ha un impatto importante sul comfort dell’open space. La strategia fonoisolante può integrare diverse soluzioni.

  • Controsoffitto – Ideale per abbattere la rumorosità, non dovrebbe essere mai inferiore ai 40 cm per gli ambienti molto rumorosi.
  • Tappeti isolanti – Soluzioni in gomma fonoassorbente che riducono il rumore di calpestio e scalpiccio. Anche questi influiscono sull’intensità rumorosa.
  • Pannelli fonoassorbenti – Materiali che possono essere installati a parete o sospesi in punti specifici con l’obiettivo di assorbire le onde sonore e limitare drasticamente il riverbero. In MATIS vi proponiamo pannelli acustici composti da materiale a densità variabile, che permettono di ottenere un assorbimento selettivo alle diverse frequenze e quindi di ottimizzare l’acustica dell’ambiente di lavoro dando un tocco di stile agli spazi.

Richiedete informazioni

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Call Now ButtonCHIAMA ORA